Gli Stati Uniti deportano uomo d’affari palestinese che ha vissuto lì per 40 anni

Copertina – L’uomo d’affari palestinese Amir Othman a cui è stata confiscata la Green Card, è stato poi deportato dagli Stati Uniti il 30 gennaio 2018 ed è arrivato in Giordania il giorno successivo.

7 febbraio 2018

L’agenzia statunitense per l’immigrazione e le dogane (ICE) ha deportato in Giordania l’uomo d’affari palestinese Amir Othman.

Le autorità hanno arrestato Othman, che ha vissuto negli Stati Uniti per 40 anni, il mese scorso in attesa della sua deportazione.

Il suo avvocato, David Leopold, ha rilasciato dichiarazioni dicendo che il suo cliente si stava preparando a lasciare gli Stati Uniti volontariamente quando è stato arrestato.

Le autorità per l’immigrazione avevano ritirato a Othman il suo permesso di soggiorno permanente – la Green Card – diversi anni fa, sostenendo che il suo primo matrimonio con una cittadina americana era falso, sebbene la sua ex moglie avesse testimoniato che i due erano legalmente sposati.

Othman non è stato in grado di ottenere un altro permesso di soggiorno nonostante abbia sposato Fida Musleh che detiene la cittadinanza americana e abbia quattro figlie con passaporto americano.

Rapporti ufficiali indicano che le autorità statunitensi hanno arrestato più di 40.000 immigrati durante i primi mesi della presidenza di Donald Trump.

Traduzione: Simonetta Lambertini – invictapalestina

Fonte: https://www.middleeastmonitor.com/20180207-us-deports-palestinian-businessman-who-lived-there-40-years/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam