Israele non ha bisogno di un “monito” contro l’annessione, ma di “sanzioni”

Copertina: Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu con il cancelliere tedesco Angela Merkel presso l’hotel King David a Gerusalemme il 25 febbraio 2014. (Miriam Alster / FLASH90) Fonte English version Mezzo secolo di occupazione è un tempo sufficiente per stati potenti come la Germania per imparare che la retorica senza azione rafforza semplicemente l’impunità israeliana. Di … Leggi tutto Israele non ha bisogno di un “monito” contro l’annessione, ma di “sanzioni”