FPLP: Gli Attacchi a Gerusalemme possono innescare la prossima esplosione contro l’occupante

Forze di sicurezza israeliane colluttazione con una donna palestinese dopo che le autorità limitano l'accesso di fedeli musulmani al complesso della moschea di Al-Aqsa
Forze di sicurezza israeliane in colluttazione con una donna palestinese dopo che le autorità hanno limitano l’accesso di fedeli musulmani al complesso della moschea di Al-Aqsa (domenica 26 luglio 2015)

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, ha affermato che la continuazione degli attacchi da parte dell’occupante e colonizzatore sulla città palestinese di Gerusalemme e del suo popolo, l’ultimo dei quali alla moschea di Al-Aqsa il 26 luglio con attacchi dei  fedeli e decine di feriti, è la scintilla che può innescare la prossima esplosione per attaccare il potere dell’occupante.

Leggi tutto “FPLP: Gli Attacchi a Gerusalemme possono innescare la prossima esplosione contro l’occupante”

Brigate Qassam: La Resistenza difenderà al-Aqsa

hamas

GAZA, (PIC) – Le brigate Qassam, il braccio armato del movimento di Hamas, ha avvertito Lunedi che al-Aqsa è una linea rossa e qualsiasi danno arrecato ad essa non sarebbe passato inosservata.

Abu Obeida portavoce per le brigate  ha postato un tweet nella pagina ufficiale sul social network “Twitter” che la resistenza palestinese nella West Bank  troverà sicuramente un modo per rispondere agli attacchi israeliani.

Le atrocità israeliane in Cisgiordania e Gerusalemme occupata dimostrano che la resistenza è l’unica opzione per scoraggiare i crimini di Israele, ha scritto su Twitter.

Le dichiarazioni di Abu Obeida è arrivata dopo gli scontri violenti iniziati Domenica mattina, quando le forze israeliane hanno fatto irruzione al-Aqsa e hanno aggredito la comunità pacifica e nell’interno della Moschea. Durante l’attacco ci sono stati molti feriti e arresti.

fonte: http://english.palinfo.com/site/pages/details.aspx?itemid=72742

OIC condanna la profanazione israeliana di Al-Aqsa

Forze di sicurezza israeliane colluttazione con una donna palestinese dopo che le autorità limitano l'accesso di fedeli musulmani al complesso della moschea di Al-Aqsa nella città vecchia di Gerusalemme la Domenica. (AFP PHOTO / AHMAD GHARABLI)
Forze di sicurezza israeliane in colluttazione con una donna palestinese dopo che domenica  le autorità hanno limitato l’accesso dei fedeli musulmani al complesso della moschea di Al-Aqsa nella città vecchia di Gerusalemme. (AFP PHOTO / AHMAD GHARABLI)

JEDDAH: L’Organizzazione per la Cooperazione Islamica (OIC)  Domenica ha esortato la comunità internazionale, in particolare il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ad agire contro “le violazioni israeliane ripetute e pericolose dei luoghi santi.”
In una dichiarazione diffusa dall’agenzia di stampa saudita (SPA), il gruppo di 56 nazioni ha fatto un appello inseguito alla violenza scoppiata  Domenica, dopo che le forze di sicurezza israeliane hanno attaccato i palestinesi che contestavano l’accesso  degli ebrei nel compound nella giornata annuale di lutto ebraico. Leggi tutto “OIC condanna la profanazione israeliana di Al-Aqsa”

Nessuna giustizia per di Hashem Abu Maria ucciso illegalmente dai soldati israeliani

Hashem Abu Maria, membro dello staff DCIP, sparato e ucciso dalle forze israeliane
Hashem Abu Maria, membro dello staff DCIP, sparato e ucciso dalle forze israeliane

Ramallah, 25 Luglio 2015- Esattamente un anno fa, Hashem Khader Abu Maria  dirigente del Defense for Children International-Palestine a 45 anni è stato ucciso con  un colpo di pistola al petto mentre partecipava pacificamente ad una marcia contro l’attacco israeliano a Gaza nel città cisgiordana di Beit Ummar. Nessuno è stato ritenuto responsabile per l’uccisione di Abu Maria. Leggi tutto “Nessuna giustizia per di Hashem Abu Maria ucciso illegalmente dai soldati israeliani”

L’aumento della violenza fisica contro i bambini palestinesi detenuti

 La polizia arresta un giovane palestinese nel quartiere di Gerusalemme Est di Silwan il 26 Ottobre, 2014.

La polizia arresta un giovane palestinese nel quartiere di Gerusalemme Est di Silwan il 26 Ottobre, 2014.

Ramallah, 24 luglio 2015- Secondo una ricerca della (DCIP) Difesa for Children International Palestina, durante la prima metà del 2015 c’è stato aumento dei livelli di violenza fisica da parte delle forze israeliane, subita dai bambini palestinesi detenuti  nella Cisgiordania occupata. Leggi tutto “L’aumento della violenza fisica contro i bambini palestinesi detenuti”