Il leader dei Labour più a sinistra della storia

La svolta Labour. «Bisognerà avere pazienza, ma i morti viventi sono stati sconfitti. La politica inglese è tornata finalmente a vivere»

art15sett

Le iro­nie della sto­ria non man­cano mai di sor­pren­dere. Con qual­siasi cri­te­rio lo si misuri, Jeremy Cor­byn è il lea­der più di sini­stra nella sto­ria del Labour party. Capi­sce che chi fa male fuori non potrà fare molto meglio a casa.

Leggi tutto “Il leader dei Labour più a sinistra della storia”

Dov’è la moralità ebraica nella decisione di scansare i rifugiati siriani ?

È troppo facile raccontare a noi stessi che siamo il popolo eletto, e quindi che noi siamo autorizzati a discriminare gli altri.

Tomer Persico 12 set 2015 04:11

tony

Era difficile non sentire un tuffo al cuore dopo aver appreso che la Germania e l’Austria avrebbero accolto, oltre a quelli già nel Paese, decine di migliaia di rifugiati siriani. Mentre il nostro primo ministro sostiene che non c’è una “profondità demografica” tale da permettere anche un passo umanitario simbolico, a quanto pare altri hanno imparato la lezione della seconda guerra mondiale – in particolare, al momento, coloro che erano così preoccupati per la questione demografica.

Leggi tutto “Dov’è la moralità ebraica nella decisione di scansare i rifugiati siriani ?”

…La figlia di OMAR amico e collaboratore di Invictapalestina.

La storia di Dalal, attrice italo-palestinese nell’«Orestea»: in scena è nata l’amicizia con i colleghi ebrei

Dalal Suleiman in
Dalal Suleiman in “Nata sotto una pianta di datteri” regia Gigi di Luca

È nata a Napoli, ma la sua terra è la Palestina. Figlia di un palestinese e di una napoletana, l’attrice Dalal Suleiman (34 anni) ha mosso i primi passi nei vicoli dei Quartieri Spagnoli, ma la più forte emozione l’ha vissuta andando la prima volta a Nablus, dove vive la famiglia del padre Omar.

Leggi tutto “…La figlia di OMAR amico e collaboratore di Invictapalestina.”

Tutto immutato per i bambini arrestati dall’esercito israeliano

Nonostante le tante promesse e programmi pilota volti a migliorare, si riscontrano solo piccoli cambiamenti nei modelli di abuso sui bambini palestinesi quando sono arrestati dall’esercito israeliano.

art14sett

di Gerard Horton, avvocato e co-fondatore di Military Court Watch, September 13, 2015

(Le foto sono state scelte ed inserite da Invictapalestina)

Leggi tutto “Tutto immutato per i bambini arrestati dall’esercito israeliano”

Barakat: Gli accordi di Oslo sono stati la dichiarazione di bancarotta e fallimento della borghesia palestinese.

Khaled Barakat, the coordinator of the Campign to Free Ahmad Sa’adat
Khaled Barakat, the coordinator of the Campign to Free Ahmad Sa’adat

“Coloro che sono stati coinvolti nella firma dell’accordo di Oslo dopo le dimissioni dalle loro posizioni nella Organizzazione per la Liberazione della Palestina e le istituzioni ufficiali palestinesi, devono chiedere scusa al popolo palestinese e comparire davanti a un tribunale palestinese sotto il controllo popolare”, ha detto Khaled Barakat, coordinatore della Campign a Free Ahmad Sa’adat, in una videoconferenza con i sostenitori della causa palestinese.

“Tuttavia, non hanno il coraggio o la coscienza – perché non rappresentano il popolo palestinese. Perché sono la rappresentanza politica di una classe, è non solo una organizzazione individuale”, ha detto Barakat. “Oslo è stato un crimine, uno scandalo e un disastro. Ciò che è stato firmato alla Casa Bianca 22 anni fa come la “Declaration of Principles” era, in sostanza, la dichiarazione della borghesia palestinese del loro fallimento e il fallimento nella direzione della rivoluzione del popolo palestinese per la liberazione, il ritorno, l’auto-determinazione e la vittoria.”

Leggi tutto “Barakat: Gli accordi di Oslo sono stati la dichiarazione di bancarotta e fallimento della borghesia palestinese.”