Titolo: Non ci sarā uno stato palestinese
Sottotitolo: Diario di un negoziatore in Palestina
Autore: Ziyad Clot
A cura di: Diana Carminati e Alfredo Tradardi
Casa editrice: Zambon
Genere: Saggistica
Lingua: Italiano
  
  
Disponibilitā: si
Formato: cartaceo
Posizione Libro: Centro
Settore: Palestina

[Rif. 382] Stampato anno: 2011 - Num. pagine: 296 - Costo: 10 Euro

L'autore č un giovane avvocato franco-palestinese, nato in Francia nel 1977. Nel 2007 decide di recarsi in Cisgiordania, per un eventuale lavoro all'Universitā di Birzeit come docente. A Ramallah gli viene offerto un posto di consigliere giuridico nella NSU (unitā di sostegno per i negoziati) dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP); nel giugno 2008 partecipa, come consigliere di Saeb Erekat, ai negoziati di pace con Israele sul problema del diritto al ritorno dei profughi. Visita anche Haifa, la cittā dalla quale la famiglia materna č stata espulsa nel 1948 per visitare la casa che era stata dei suoi nonni, che da allora hanno vissuto in Libano. Nel novembre 2008, dopo l'esperienza per lui sconvolgente, di negoziati ridotti a una farsa, di cui il libro č una testimonianza, dā le dimissioni dall'incarico. Il 23 gennaio 2011, al-Jazeera e il Guardian pubblicano i documenti che vanno ora sotto il nome di Palestine Papers. Il 14 maggio sul Guardian, Ziyad Clot rivela di essere stato una delle persone che li ha reso pubblici. In totale si tratta di 1600 documenti, migliaia di pagine di rapporti diplomatici sulle trattative tra israeliani e palestinesi.