Titolo: Come fiori di mandorlo o più lontano
  
Autore: Mahmud Darwish
A cura di: Chirine Haidar (con uno scritto di John Berger )
Casa editrice: Epoché
Genere: Poesie
Lingua: Italiano
Donato da: Raccolta fondi Pentone
  
Disponibilità: si
Formato: cartaceo
Posizione Libro: Centro
Settore: Palestina

[Rif. 64] Stampato anno: 2010 - Num. pagine: 127 - Costo: 13.50 Euro

Mahmud Darwish è nato a Birwa, un villaggio della Galilea, in Palestina, nel 1942. Considerato tra i più grandi poeti arabi contemporanei, ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali, come il Lannan Foundation Prize for Cultural Freedom (2002, USA), il Prince Claus Prize (2004, Paesi Bassi) e il Golden Wreath Award, Struga Poetry Evenings (2007, Macedonia). E scomparso nel 2008. Fra i suoi libri, tradotti in una trentina di lingue, Epoché ha pubblicato Murale (2005), Oltre l'ultimo cielo. La Palestina come metafora (2007) e Il letto della straniera (2009). "Le sue poesie sono come le antiche statue greche di Kouros e Kore, tranne che sono fatte, non di marmo, ma di frasi, ritornelli, parole." (John Berger)