Beirut rinasce grazie all’arte e a un imprenditore libanese. Con un progetto di riqualificazione

By Mariacristina Ferraioli- 22 giugno 2017

Ayad Nasser, imprenditore di origini libanesi che oggi vive in Germania, ha investito oltre 100.000 dollari per rilanciare attraverso l’arte contemporanea il suo quartiere d’origine, al sud di Beirut, distrutto dalla guerra.

Copertina: Murales di Ashekman nel quartiere di Ouzai.

Leggi tutto “Beirut rinasce grazie all’arte e a un imprenditore libanese. Con un progetto di riqualificazione”

Israele ha trasformato in rifugiati il 67% dei palestinesi del 1948

Rifugiati – Un nuovo rapporto ha rivelato che Israele ha sfollato quasi il 66 per cento, quasi 957.000 persone, del popolo palestinese che ha vissuto nella Palestina storica durante la Nakba del 1948.

Copertina: Campo profughi di Al-Shati (Striscia di Gaza) ,luogo dove molti  palestinesi si sono rifugiati dopo il loro esilio dalla Palestina durante la Nakba nel 1948  [Ali Jadallah / Anadolu Agency]

 June 21, 2017 at 10:09 am

rifugiati – Nel 2016 ogni secondo 1 persona è  stata costretta a fuggire   a causa di conflitti, violenze e disastri. MEMO Infographic di QUAD Business House

Pubblicato su World Refugee Day, lo studio dell’Ufficio Centrale di Statistica palestinese (PCBS) ha dichiarato che quasi 5,9 milioni di persone sono registrate come rifugiati dall’UNRWA, l’agenzia delle Nazioni Unite creata per il Soccorso e l’Occupazione  dei rifugiati della Palestina, il 17 per cento vive in Cisgiordania e il 24,5 per cento nella Striscia di Gaza.
Quasi il 39,1 per cento dei rifugiati palestinesi vive in Giordania, 8,8 per cento in Libano e 10,6 per cento vive in Siria.
In un’intervista a Quds Press, Ahmad Hanoun, direttore del Dipartimento dei Rifugiati dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ha dichiarato che la risoluzione del problema dei rifugiati, garantendo che ritornino nelle loro case abbandonate nel 1948, è “la chiave per la stabilità nell’intera regione e Base di ogni futura soluzione politica per porre fine al conflitto “.

Hanoun ha dichiarato che il mondo segna Giornata Mondiale del Rifugiato in quanto i rifugiati palestinesi in patria e nella diaspora vivono in condizioni difficili che sono esacerbate dall’intensificazione delle crisi regionali nella regione araba e dalle restrizioni israeliane alla Cisgiordania e alla Striscia di Gaza.

 

Trad. Invictapalestina.org

Fonte: https://www.middleeastmonitor.com/20170621-israel-displaced-67-of-palestinians-in-1948/